Le priorità del Next Generation IT

Luca De Biase riflette sulle prospettive della gestione del Governo Draghi. Individua tre priorità, che possono orientarne l'azione: infrastrutture, settori e territori come ambito di investimenti, inclusione.
Riguardo le infrastrutture:

Le infrastrutture strategiche non sono più soltanto le solite. Le più importanti, lo avevamo dimenticato, sono quelle che offrono i servizi che tengono in funzione il Paese. a. La rete degli ospedali e dei servizi sanitari è l’infrastruttura che può far fallire l’intero Paese se non funziona: l’investimento nella sanità territoriale, digitale, innovativa è essenziale. b. La rete delle scuole è l’infrastruttura che fa funzionare tutta la rete sociale che lavora e che apprende e consente di accelerare l’adattamento al cambiamento, l’inclusione sociale, l’orientamento ai valori della sostenibilità, la profondità culturale, l’identità personale: l’investimento nella scuola, fisica, digitale, innovativa è essenziale anche per fondare la prossima struttura dell’educazione destinata al lifelong learning. c. La pubblica amministrazione è l’infrastruttura abilitante per l’innovazione del sistema nel quadro delle priorità definite dagli obiettivi della sostenibilità. d. La magistratura che decide bene e in fretta è necessaria alla certezza che gli onesti devono sentire nei confronti delle attività che svolgono nel Paese: abilita le strategie di valore di chi si impegna per il lungo termine in Italia. e. Ovviamente le infrastrutture della connessione vanno sostenute e accelerate, perché abilitano l’attività economica: strade, telecomunicazioni, energia, acqua, gestione del territorio… Un buon sistema abilitante alimenta l’economia e attira investimenti.

A ben guardare, si tratta delle raccomandazioni che da anni la Commissione Europea fa all'Italia, nel suo screening periodico


25/02/2021

17/02/2021

17/01/2021

20/12/2020