Transizioni e costi sociali

Schermata 2021-09-20 alle 11.59.41

L'Unione Europa ha imboccato con decisione la strada per la salvaguardia del pianeta, inserendo nelle sue policy le due transizioni, quella tecnologica e quella ecologica. Sono due priorità strettamente connesse tra loro, l'antropocene e le sue innovazioni tecnologiche, hanno influenzato e impattano sulla salute del pianeta. Oramai, dopo molte discussione, è un fatto quasi unanimemente accettato. Ora la priorità prevalente è quella della transizione ecologica, e il ricorso alla tecnologia può accelerarne il passo. La velocità con cui si effettuano questi processi è essenziale, ma la transizione è necessariamente distruzione o abbandono del vecchio e innesco del nuovo. Il modo con cui questo si realizza ha conseguenze rilevanti anche sul contesto sociale, per questo il ministro Cingolani ha posto il problema. 
Uno dei settori a maggior impatto è quello della mobilità, e del comparto dell'auto, in particolare. La strategia FIT for 55 della UE innesca alcune problematiche di resettaggio del settore. Ne ho parlato su Sfide di Fondimpresa. Di seguito il pezzo

Lo scorso luglio l’Europa ha preso una decisione coraggiosa: emissioni zero entro il 2050, e definizione di una road map che lo renda possibile. Il documento presentato dalla Commissione si intitola Fit for 55, propone di raggiungere nel 2030 una riduzione del 55% di gas effetto serra rispetto ai livelli del 1990.

Continua a leggere "Transizioni e costi sociali" »


30/06/2021

07/05/2021

27/04/2021

12/04/2021

25/02/2021

22/02/2021

17/02/2021

17/01/2021

20/12/2020