Lavoro e tabù nel Belpaese

"Tecnico superiore per la mobilità delle persone e delle merci — Conduzione del mezzo navale (Ufficiale di Coperta), Tecnico superiore per la mobilità delle persone e delle merci, gestione degli apparati ed impianti di bordo (Ufficiale di Macchina), Tecnico superiore per l’infomobilità e le infrastrutture logistiche-gestione della logistica integrata e dei processi di spedizione". E' l'elenco dei corsi offerti dall’Its Caboto di Gaeta, fondato nel 2010 dalla D’Amico società di navigazione, e sostenuto da altre compagnie di navigazione. E' un'offerta degli ITS, Istituti Tecnici Superiori, citata da Irene Consigliere sul Corriere.
E' una formazione post diploma per cui NextGenIT stanzia 1,5 Mdi €, per coprire le centinaia di migliaia di posti di lavoro richiesti dalle imprese e spesso inevasi. 
Nati nel 2010 costituiscono un percorso formativo alternativi all'università, durano da due a tre anni, e nascono da un accordo tra imprese (filiera o distretto, di solito) e università e istituti di formazione secondaria superiore. Hanno risultati ottimi: collocazione dell'80% dei partecipanti entro il primo anno. Perché rispondono al fabbisogno delle imprese. All'estero, i Fraunhofer in Germania e le Ecoles in Francia, sono da tempo un modello che funziona.
Qui meno, perché siamo prigionieri dello stucchevole refrain dell'indipendenza del sapere dal mercato e dell'ostilità cattolica e marxista verso l'impresa. Il risultato è un abbandono scolastico record in Europa: nel 2019 il 13,5% dei giovani ha abbandonato la scuola prima di raggiungere il diploma, nel 2004 erano oltre il 23%.  


27/05/2021

14/05/2021

07/05/2021

04/05/2021

18/04/2021

25/03/2021

23/03/2021

17/03/2021

08/03/2021