Isacsson e la rivoluzione biotech

Goodreads mi gira un'intervista a Walter Isacsson, perché avevo recensito la sua biografia di Steve Jobs. Nell'intervista Isacsson parla del suo ultimo libro The Code Breaker: Jennifer Doudna, Gene Editing, and the Future of the Human Race , che racconta del lavoro della biochimica americana esperta di editing genetico.
Isacsson sostiene che si tratta di una rivoluzione può potente di quella digitale: ora che vedo cosa sta facendo la rivoluzione biotech, mi rendo conto che l'editing genetico sarà molto più grande. Invece di tagliare e incollare immagini e documenti, saremo in grado di tagliare e incollare il nostro corredo genetico, quello dei nostri figli e quello della nostra specie. Avremo dispositivi in ​​casa che testeranno tutti i nostri tumori, virus e batteri. Questo è un ordine di grandezza diverso da quello che è stato determinato dalla rivoluzione digitale. Una grande speranza, nel 2020, Doudna ha ricevuto il Premio Nobel per la Chimica, insieme alla sua collega, la ricercatrice francese Emmanuelle Charpentier.


28/05/2020

15/04/2020

11/12/2018

11/05/2016

02/04/2015

25/11/2014

18/11/2012

04/07/2012

16/09/2011

17/05/2011